UA-189807293-1
 
  • Le Pietre del Drago

Ossidiana Lacrima di Apache


LA LEGGENDA DELLA LACRIMA DI APACHE


La Lacrima di Apache è il nome di una particolare varietà di ossidiana vulcanica, nera dai riflessi argento e leggermente traslucida, un potente amuleto contro la sofferenza.

Il nome di questa pietra proviene da una leggenda che narra che il Grande Spirito le fece scaturire dalle lacrime delle donne indiane Apache quando esse piangevano per i guerrieri coraggiosi morti in battaglia.

Secondo questa leggenda chi ne possiede una non piangerà più, in quanto una donna Indiana ha già versato le lacrime al posto suo.

E' di conforto all'angoscia e penetra fin nelle radici del malessere. Vanno ad agire sui chakra bassi, radicando per bene alle energie della Terra. Il termine ha origine presso la popolazione indiana che ne facevano largo uso per le sue proprietà antidepressive. Succedeva infatti che a causa di lutti o uccisioni di massa da parte dell'uomo 'bianco', i superstiti pelle rossa ne portassero addosso una buona quantità per superare le tragedie od i lutti. Adatta per ogni tipo di rituale di guarigione, per rituali volti a superare traumi profondi, per operazioni che implicano un lavoro su se stessi.

L'ossidiana , se posta sulla pelle attenua molto rapidamente il dolore della zona. Riduce le tensioni e scioglie i blocchi energetici.

Già durante l'età della pietra si utilizzava l'ossidiana per produrre sonagli che venivano utilizzati per riti. Nell'antichità si credeva che essa fosse in grado di scacciare i demoni, nel medioevo veniva utilizzata nei riti magici. E' quindi sempre stata utilizzata a scopi divinatori. Con l'ossidiana si diventa "guerrieri senza macchia" spiritualmente liberi ed invulnerabili. Grazie a questa nuova saggezza, le facoltà latenti si sviluppano e si impara a vedere sempre meglio la verità. Aiuta a superare shock e paure, blocchi e traumi. Fa riemergere idee e immagini dal profondo del nostro essere.

206 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti